Madonna con sant’Agnese e figlie di Maria

 

Autore /Ambito firmato Giovanni Battista Calò
Datazione seconda metà XIX sec.
Materia/Tecnica olio su tela
Misure 110×80 cm
Provenienza cattedrale di santa Maria Maggiore
Descrizione Quest’opera della seconda metà del XIX sec. è stata realizzata da Giovanni Battista Calò nel 1873 come dimostra la firma in basso a destra. Giovanni Battista Calò, pittore barlettano del XIX sec. fu il primo maestro di tutta una generazione di giovani artisti barlettani, in primis Giuseppe De Nittis, poi Giuseppe Gabbiani, Vincenzo De Stefano e Raffaele Girondi. La città conserva alcune delle sue opere tra cui la tela dell’altare principale della chiesa del Purgatorio, i sipari e l’Aurora dipinta sul soffitto del teatro Curci. Questa tela rappresenta la Madonna con Sant’Agnese e Figlie di Maria. La Madonna è posta al centro della scena con una veste rosa e un grande mantello azzurro che avvolge le fanciulle; ai suoi piedi inginocchiata c’è sant’Agnese che indossa una corona di rose sul capo, nella mano destra tiene la palma del martirio e ai suoi piedi c’è un agnello. Le altre fanciulle sono disposte tutt’intorno avvolte dal mantello azzurro, quelle alla destra sono in piedi ad eccezione di sant’Agnese e un’altra fanciulla,  mentre le fanciulle raffigurate a sinistra sono inginocchiate e il braccio della Madonna è rivolto verso il basso; questo schema equilibra le figure all’interno della scena. Le fanciulle indossano tutte la stessa veste bianca con l’orlo azzurro (eccetto sant’Agnese) e sono intente a pregare chi con le mani giunte, chi con la mano sul petto o con le braccia allargate e i palmi rivolti verso l’esterno. Il dipinto è privo di paesaggio, i personaggi si stagliano su di un fondo scuro monocromo, la stesura dei colori è piatta, vi sono comunque ombreggiature sugli abiti che contribuiscono a creare una lieve profondità all’interno dell’opera.
Visitatori: